lunedì 30 dicembre 2013

VUOI ESSERE IL FOTOGRAFO DEL 57° CAMPACCIO?

Foto di Giancarlo Colombo

Il Campaccio Cross Country potrà essere seguito live su twitter. E' sufficiente utilizzare l'hashtag #campaccio sia su twitter che su instagram. 

Siamo il primo cross in Italia ad utilizzare questo sistema avanzato dei social e così potrai diventare...il 

'Fotografo del 57° Campaccio".



Accedete alla sezione "LiveTweeting" del nostro sito e grazie all'utilizzo dell'hashtag #campaccio troverete tutti i vostri scatti..

domenica 29 dicembre 2013

CAMPACCIO: UN SACRIFICIO NEL FANGO E NELLA NEVE


di Giorgio Cimbrico
San Giorgio su Legnano appartiene a quella Lombardia che, secondo Gianni Brera, un tempo era popolata di tribù di pura razza ligure, un’area che si estendeva più a ovest, investendo il Ticino (Tisin) anche sulla sponda piemontese. Probabile che, nelle profondità di un tempo lontano e misterioso, nelle sfide di forza, destrezza e resistenza tra i villaggi figurasse anche la corsa: i greci gareggiavano sullo stadio – a palmi, i moderni 200 metri -, i liguri (non ancora longobardi) sul campasc, il terreno incolto dove nessuno andava a sotterrar semi o tuberi.

E’ singolare – e anche commovente – che le due corse campestri con i più solidi quarti di nobiltà siano nate a pochi chilometri l’una dall’altra parte, lungo l’Olona: il Campaccio di San Giorgio è spesso la gara dell’Epifania, nel freddo acuto; la Cinque Mulini, come un rito ancestrale, coincide con la fine dell’inverno e il rattrappirsi del buio. L’uno e l’altra sono le creature semplici e solide di polisportive paesane che hanno finito per vedere i loro nomi stampati sui calendari internazionali, i loro dirigenti stimati quanto quelli dei promoter dei grandi meeting.  

Corsa campestre, cross country: un esercizio, un sacrificio nella neve, nel fango che diventa peso supplementare, un rito, una festa, un’atmosfera che riporta a quella respirata nelle classiche (sulle due ruote) del Nord, sul pavè o tra i boschi amari delle Ardenne. E’ sempre con questi sapori in bocca, con queste immagini nella testa che ci si avvicina a queste scadenze antiche che il tumultuoso presente non è riuscito a sminuire, a smontare.

Il Campaccio fa parte di questo scenario e a questo punto non sarebbe il caso di cercare altre immagini o spendere molte altre parole e rimandare suiveur vecchi e adepti nuovi al libro di Ennio Buongiovanni, poeta, cronista, cantastorie. In quelle pagine c’è tutta la chanson de geste della corsa nell’annichilita campagna invernale che gli italiani conoscono bene e che ha finito per conoscere anche chi qui atterra dalla grande cicatrice della Rift Valley, dall’infinito altopiano attorno ad Addis Abeba.

Ambu e Gebre, Ortis e Kipchoge, Tergat e Bordin, Bekele e l’implacabile Panetta, quella buonanima di Grete Waitz e Paula Radcliffe, Paola Pigni, suffragetta del nostro mezzofondo, e Ingrid Kristiansen: è facendo frullare i pezzi colorati di un caleidoscopio che può esser colta sino in fondo la bellezza di una lunga storia.  


venerdì 27 dicembre 2013

HIWOT AYALEW RUN TO THE CAMPACCIO CROSS COUNTRY RACE

A world-class name has been added to the prestigious line-up of the Campaccio Cross Country race, the first of the two Italian legs of the IAAF Permits Meetings.

Ethiopian Hiwot Ayalew, world cross country silver medallist in 2013, won the last two editions of the IAAF Permits Meeting in Atapuerca in 2012 and 2013.

As confirmed by Technical Director Marcello Magnani Ayalew will face a world class field led by 3000 m steeplechase world champion Milcah Chemos and three-time world cross country silver medallist and former 10000 m world champion Linet Masai.


Hiwot Ayalew finished fifth in the 3000m steeplechase at the Olympic Games in London and fourth at the World Championships in Moscow over the same distance. She was also silver medallist at the 2011 African Championships. 

The Ethiopian star clocked her personal best of 9:09.61 in the Diamond League in Oslo in 2012, won the Diamond League meeting in Lausanne in 9:17.66 and finished third in Brussels in 9:15.85.

giovedì 26 dicembre 2013

IN GARA ANCHE HIWOTT AYALEW, ARGENTO MONDIALE DI CROSS

CAMPACCIO CROSS COUNTRY
In gara anche Hiwot Ayalew, argento mondiale. Da brividi la sfida a tre con Milcah Chemos e Linet Masai.
Una gara femminile con le tre più forti interpreti mondiali della specialità

Si informano i colleghi giornalisti e fotografi che domenica 5 Gennaio dalle ore 14.30 alle 15 prima del convegno (vedi sotto) presso il Palazzo Comunale di San Giorgio su Legnano di Piazza IV Novembre,  gli atleti saranno a disposizione per brevi interviste. Nell’occasione verrà fatta la cerimonia di consegna dei pettorali di gara. Si prega di confermare la presenza ed eventuali necessità.

(San Giorgio su Legnano) – Si arricchisce il cast degli atleti d’élite che correranno il prossimo 6 Gennaio per vincere la 57a edizione del Cross Internazionale del Campaccio in programma come sempre sui campi intorno allo stadio Angelo Alberti di San Giorgio su Legnano e inserita nei Permits Event Iaaf, il maggior circuito mondiale dei cross country.

A Natale è arrivata la conferma al direttore tecnico Marcello Magnani della volontà di essere in gara da parte di un grande nome del cross mondiale: trattasi della etiope Hiwot Ayalew, vicecampionessa mondiale di cross. Grazie anche alle sue vittorie sia nel novembre 2012 che 2013 nel prestigioso Cross di Atapuerca, senza timori di essere smentiti, ci sentiamo di affermare che in questo momento per risultati e stato di forma è con ogni probabilità l’interprete più forte al mondo della corsa campestre.

Classe 1990, Hiwot Ayalew è una grande specialista delle 3000 siepi dove vanta un primato personale di 9’09”61 fatto a Oslo nel giugno 2012 nonché tante partecipazioni e successi nei meeting del circuito Diamond League. Ancora nella sua bacheca oltre all’argento mondiale di cross conquistato nel marzo di quest’anno anche l’argento dei campionati africani 2011 sempre nelle siepi nonché il quinto posto alle Olimpiadi di Londra ed il quarto ai mondiali di Mosca della scorsa estate.


Sarà senz’altro appassionante e assolutamente da non perdere la sfida con la rivale Milcah Chemos campionessa mondiale in carica delle 3000 siepi e con Linet Masai ben tre volte vicecampionessa mondiale di cross e seconda alle spalle proprio della Ayalew al cross di Atapuerca. Brividi. La sfida è aperta.

martedì 24 dicembre 2013

NUOVO PROGRAMMA ORARIO 57° CAMPACCIO



NUOVO PROGRAMMA ORARIO

Di seguito il nuovo programma orario:


Ore 10.30 - MASTER MM 35 / 50 partenza - mt. 6000
Ore 11.15 - MASTER MF 35 e oltre – MASTER MM 55 e oltre - mt. 4000

Ore 11.50- RAGAZZE 2001/2002 assieme - mt. 1200
Ore 12.00 - RAGAZZI 2001/2002 assieme - mt. 1200
Ore 12.15 - CADETTE 99/2000 assieme - mt. 2000
Ore 12.30 - CADETTI 99/2000 assieme - mt. 2500

GARE ASSOLUTE 57° CAMPACCIO
Ore 13.00 Allieve - mt. 4000 ca
Ore 13.30 Allievi e Juniores M – mt. 6000 ca
Ore 14.15 Juniore-Promesse – Seniores F. mt. 6000 ca
Ore 15.00 Promesse e Seniores M mt. 10000 ca

N.B. per esigenze organizzative e televisive, le gare potrebbero subire
variazioni di orari.

lunedì 23 dicembre 2013

Ma tu quanto sei arrivato al Campaccio?


di Massimo Magnani
Direttore Tecnico e Organizzativo Fidal

(foto di Roberto Mandelli)
Un giorno di ormai tanti anni fa, l’amico Ennio Boungiovanni mi chiese: “Ma tu quanto sei arrivato al Campaccio nella tua carriera?” Risposi: “…ma, veramente non ricordo…., credo mai troppo bene, perché non ero un gran crossista….”. Dopo una breve ricerca, ecco la verità: non figuro in alcun ordine di arrivo della gara!! Una volta, a dire il vero, ho corso anche da Senior, ma mi sono ritirato. Che vergogna! E a poco serve un discreto piazzamento da junior con la maglia del CUS Ferrara. Quello che conta è il Campaccio assoluto, quello lungo, quello dei senior, quello che a volte fa rima con “fangaccio”, quello che ha visto correre i più forti specialisti del mondo e che ne ha lanciati altrettanti nel panorama mondiale. Insomma il Campaccio “vero”, che sui prati di San Giorgio su Legnano mette a confronto fra loro e con loro il meglio che il mondo della corsa campestre può offrire, perché questa è la sua storia, questa è la sua tradizione, alle soglie, ormai delle 60 edizioni!

venerdì 20 dicembre 2013

KORIR AGAINST MERGA, CHEMOS AGAINST MASAI AT CAMPACCIO


The famous Campaccio Cross Country race celebrates its 57th edition on 6th January and its third season as an IAAF Cross Country Permit meeting.

The San Giorgio su Legnano race was officially presented to the media today at the Pirelli Tower, the Seat of the Lombardia Regional Administration.

The famous cross country race held on the glorious fields of San Giorgio su Legnano will live up to its reputation as one of the most prestigious cross country in the world.

The men’s field will feature the top two of the 2013 IAAF World Cross Country Championships in Bydgoszcz, World champion Japhet Korir from Kenya and Imane Merga from Ethiopia.

giovedì 19 dicembre 2013

MAGIA...IL VIDEO DEL CAMPACCIO

CAMPACCIO: ANDREA LALLI E DANIELE MEUCCI SARANNO AL VIA

COMUNICATO STAMPA – Giovedì 19 dicembre 2013
FOTO CONFERENZA STAMPA: (Clicca qui Foto di Giancarlo Colombo)

CAMPACCIO CROSS COUNTRY:
Il Presidente Pastori: “La storia non basta, un grazie ai volontari e alla loro efficienza”.
Tornano Andrea Lalli e Daniele Meucci e sfidano i più forti africani.
Tra le donne al via Milcah Chemos, oro mondiale dei 3000 siepi

(San Giorgio su Legnano) – “Non ci si può basare solo sulla storia, ci vuole efficienza e capacità e Sergio Meraviglia, il nostro coordinatore generale, il Campaccio lo sta mantenendo efficiente da diversi decenni”, parola di Claudio Pastori Presidente dell’Us Sangiorgese in apertura della conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è tenuta a Milano presso la sede della Regione Lombardia.

Parte così ufficialmente la 57a  edizione del Cross internazionale del Campaccio, organizzato da sempre dall’Us Sangiorgese e inserito anche per quest’anno nei Permits Event Iaaf, il circuito d’élite mondiale delle campestri.

Il Campaccio ritengo abbia come sempre e più di sempre una funzione sociale sui giovani – ha continuato il vulcanico Pastori - di aggregazione, di incoraggiamento caratteriale e già solo per questo ne vale la pena organizzarlo dando il massimo. Se riusciamo ogni anno da 57 anni ad essere in ‘pista’ il 6 gennaio è anche grazie ai nostri volontari che non si risparmiano mai. Mi fa piacere notare e sottolineare che tra questi ultimamente ci sono anche tanti giovani. Significa che la passione sarà tramandata anche per il futuro. Ringrazio altresì il Sindaco di San Giorgio su Legnano che come non mai ci sta facendo sentire vicina ed amica l’amministrazione pubblica locale”.

venerdì 6 dicembre 2013

MANCA UN MESE E IL CAMPACCIO E’ GIA’…MONDIALE!

Ingaggiato il keniano Japhet Korir, oro mondiale di cross country

(San Giorgio su Legnano) – Si scaldano i motori, e visto il gelo di questi giorni ce n’è veramente bisogno, sulla 57a  edizione del Cross internazionale del Campaccio, organizzato da sempre dall’Us Sangiorgese e inserito anche per quest’anno nei Permits Event Iaaf, il circuito d’élite mondiale delle campestri.

Ad un mese dall’evento si intensifica il lavoro per portare sui mitici prati intorno allo stadio Angelo Alberti di San Giorgio su Legnano i migliori atleti al mondo, come sempre accaduto in oltre mezzo secolo di storia: da Panetta a Bordin, da Ambu ad Arese, da Fava a Ortis fino a Tergat, Lebid o la Radcliffe e l’elenco potrebbe continuare. Il primo nome che oggi abbiamo il piacere di annunciare non può che far pensare che il 6 gennaio prossimo si correrà davvero velocissimi perché al via troveremo nientemeno che il keniano campione del mondo in carica di cross Japhet Kipyegon Korir: “E’ stato il nostro primo obiettivo quando abbiamo iniziato a cercare i più forti atleti in circolazione – ammette Marcello Magnani, manager e direttore tecnico dell’evento – Ieri abbiamo avuto la sua conferma definitiva. Per rimanere nei Permit Iaaf è necessario avere gli atleti più titolati di almeno cinque nazioni differenti ed in tal senso ci stiamo muovendo. Sia al maschile che al femminile stiamo attendendo altre conferme anche se settimana prossima, dopo gli europei di questa domenica, ne sapremo di più”.

Ed è proprio ai Campionati Europei di cross a Belgrado che Marcello Magnani e il coordinatore Sergio Meraviglia sono diretti oggi e vi staranno per i prossimi quattro giorni, per visionare dal vivo i migliori talenti, valutare il loro stati di forma e per parlare direttamente con loro. Una trasferta necessaria e fondamentale per chi in questo cross ci crede e lo organizza con maestria da oltre trent’anni come Meraviglia.


Intanto è arrivata la conferma di Korir, oro mondiale assoluto che luccica già forte e che tenterà di far valere le proprie ragioni magari cercando la rivincita contro l’etiope Muktar Edris, primo al Campaccio nel gennaio di quest’anno, qualora tornasse per tentare il bis. Korir, oggi ventenne (classe 1993),  nel 2012 nei campionati africani a Cape Town  conquistò ‘solo’ un argento proprio alle spalle di Edris. Nel suo palmares anche un più che valido 13’11”44  nei 5000 metri e un oro nel 2011 sempre ai Campionati Africani categoria juniores .

Cesare Monetti
Ufficio Stampa Campaccio
T. 380.3114270

ONE MONTH TO GO TO CAMPACCIO, IT’S ALREADY A WORLD-CLASS RACE


Kenyan Japhet Korir, reigning World Cross Country champion, has signed up to run the Campaccio Cross Country race

San Giorgio su Legnano – The US Sangiorgese sports club, which organizes the Campaccio IAAF Permits Cross Country race, is warming up for next month’s race and there is certainly need for warm temperatures considering the freezing weather of these days.

One month before the Campaccio organizers are building up to sign up the next cross country specialists in the world ahead of next month’s race in the Angelo Alberti athletics track in San Giorgio su Legnano,  living up to the strong tradition of more than 50 years of history of this competition which featured Italian stars like Francesco Panetta, Gelindo Bordin, Antonio Ambu, Franco Arese, Franco Fava, Venanzio Ortis and more recently World class champions like Paul Tergat, Sergiy Lebid, Paula Radcliffe. The list is endless and could coutinue.